Che cosa significa selfie?

Cosa significa la parola selfie




In questi ultimi anni si sente parlare moltissimo di "selfie", ma che cosa significa questo termine?

E come mai c'è stato un boom a riguardo?

Il termine "selfie" deriva direttamente dall'inglese, e si tratta in poche parole di un autoritratto fotografico realizzato attraverso un dispositivo elettronico, vale a dire uno smartphone, un tablet, una fotocamera digitale compatta o anche la webcam del PC. La sua tipica funzione è la condivisione della fotografia sui social network, o nell'album multimediale come ricordo di un certo evento o incontro.

Ci teniamo subito a sottolineare che c'è un mondo di differenza tra il "selfie" e il tradizionale autoritratto fotografico. Quest'ultimo infatti prevede determinate intenzioni artistiche e ha delle peculiarità importanti, cosa che non troviamo negli autoscatti realizzati con gli smartphone e pubblicati su Facebook, Twitter, Instagram, ...

Si parla spesso di selfie-mania, e in effetti con la crescente popolarità di smartphone e tablet, la gente ha imparato a farsi le foto in completa autonomia, sia a casa che per le vie della città. Ormai sono finiti i tempi di quando, in veste di turista, si chiedeva ad un passante "scusi mi può fare una fotografia di fronte a questo monumento?". Adesso basta impugnare lo smartphone, tablet o la macchina fotografica digitale, guardare verso l'obiettivo, sorridere e premere il pulsante di scatto. Detto, fatto.

Abbiamo già detto che il termine "selfie" arriva direttamente dall'inglese, ma quando è stato utilizzato per la prima volta? Una fonte precisa purtroppo non c'è, ma la leggenda narra che il primo uso del termine avvenne il 13 Settembre 2002, sul forum del sito australiano ABC Online.

Negli anni successivi il termine era caduto un po' nel dimenticatoio, soprattutto perché i social network come MySpace e Facebook non erano ancora molto evoluti, e la condivisione delle proprie foto era una cosa piuttosto rara. Passo dopo passo, la parola "selfie" l'abbiamo trovata in sempre più messaggi, e un vero e proprio boom l'abbiamo avuto con l'iPhone 4. Gli smartphone con webcam frontale esistevano da tempo, ma la popolarità del melafonino ha contribuito in maniera netta alla crescita di realizzazione di autoscatti digitali.

Come già successo con il termine "LOL" e altre parole nate da Internet, anche "selfie" è stato inserito nell'Oxford English Dictionary, con la seguente definizione:

"Una fotografia di sé stessi, tipicamente ripresa con uno smartphone o una webcam e caricata su un social network."

Per celebrare l'evento, sempre nel 2013 è stata organizzata a New York la mostra intitolata "Art in Translation: Selfie, The 20/20 Experience", grazie alla quale i visitatori avevano la possibilità di realizzare dei "selfie" di sé stessi di fronte ad un grande specchio attraverso una macchina fotografica digitale compatta.

E per quanto riguarda la lingua italiana? Considerato che negli ultimi mesi il termine "selfie" è stato utilizzato moltissimo anche dagli abitanti del Bel Paese (pensiamo a tutti i “selfie” di Matteo Renzi), dall'autunno del 2014 la parola è presente nel noto vocabolario Zingarelli.

Ma come si esegue il "selfie" perfetto? Non esistono delle linee guida precise, visto che ognuno di noi ha dei gusti differenti in materia fotografica. Solitamente comunque si usa uno specchio (spesso quello del bagno di casa o di un hotel) oppure si tiene la fotocamera a braccio teso, facendo attenzione a non farla cascare di mano. Ci sono i selfie singoli, dove spesso i più giovani mostrano il nuovo taglio di capelli, il vestito appena acquistato o i progressi fatti in palestra, e anche i selfie di gruppo, dove una persona tiene in mano la fotocamera o lo smartphone, e gli altri amici stanno attorno, cercando di essere inquadrati il più possibile.

I risultati migliori si ottengono con le ottiche grandangolari, capaci di catturare un'immagine più ampia del solito. Nei casi più estremi, lo smartphone o la fotocamera vengono appoggiati su appositi supporti, come dei treppiedi lasciati per terra o delle economiche bacchette estensibili porta-telefono:

Monopiede per selfie Braccio estensibile per smartphone

Ma come mai non c'è stato prima il boom degli autoscatti digitali? Prima di tutto, le fotocamere frontali e le webcam dei PC di oltre 10 anni fa non avevano una grande qualità fotografica, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione. I social network non erano popolari come oggi, e le stesse celebrità di Hollywood erano meno "social". Al giorno d'oggi invece l'attore o cantante di turno si diverte a pubblicare su Facebook, Twitter e Instagram gli scatti della vita privata: "ecco il selfie con il sosia di Obama!" oppure "selfie con il mio criceto".

Donna che si fa un selfie

Una cosa positiva dei "selfie" effettuati tramite smartphone o tablet è la possibilità di verificare subito sul display del device la propria espressione, e magari cambiarla in base a come vogliamo che sia la foto finale.

Possiamo provare a fare una faccia sorpresa, una felice o una sorpresa, senza perdere tempo con il timer dell'autoscatto e tentativi su tentativi.

E attraverso delle determinate applicazioni, possiamo applicare dei filtri fotografici sul “selfie” appena salvato, così da dare un tocco originale al proprio autoscatto digitale.

Concludiamo con la classica domanda da un milione di dollari: finirà mai la moda dei “selfie”? È davvero difficile fare una previsione a riguardo, più che altro perché i “selfie” dipendono moltissimo dal web e dai social network, e tutti voi già saprete che sia Facebook che Twitter cambiano in continuazione. L'intera rete di Internet è in costante evoluzione, e forse in futuro continueremo ad avere i “selfie”, ma magari saranno più interattivi. È comunque certo che i vari produttori di smartphone e tablet continueranno a proporre dei dispositivi pensati proprio per chi ama farsi gli autoscatti. La stessa Apple, nel corso della presentazione alla stampa degli ultimi modelli di iPhone e iPad, ha sottolineato i passi avanti in termini di qualità della fotocamera frontale dei propri iDevice.

E voi? Vi scattate un “selfie” di tanto in tanto?

Commenti



Copyright © 2018 Cosasignificalol.it - P.IVA IT10463580018 - Privacy Policy - Cookie Policy